• Italiano
  • English

Via al progetto InclusiveWEB!

Il primo di ottobre ha avuto avvio il progetto InclusiveWEB sostenuto con i fondi otto per mille della Chiesa Valdese (sito ufficiale) con un budget di 8000€.

Il progetto è condotto da un rete di partner composta da Sloweb, nel ruolo di capo-progetto, insieme a Il Nodo Group e APRI Onlus.

Sloweb è un’associazione non profit fondata per promuovere l’uso responsabile degli strumenti informatici, del web e delle applicazioni Internet attraverso attività di informazione, educazione e lotta agli usi impropri da parte di organizzazioni di ogni natura.

Il Nodo è un’Associazione scientifica culturale formata da persone provenienti da diversi background culturali e professionali che condividono l’importanza di promuovere un approccio etico e democratico alla comprensione dei problemi di funzionamento dei gruppi e delle organizzazioni di lavoro.

La APRI Onlus è una associazione nata con l’obiettivo promuovere la ricerca scientifica contro le malattie degenerative della retina (retinite pigmentosa, degenerazione maculare, malattia di Stargardt, sindrome di Usher ecc.).
È una delle realtà più attive in Italia con lo scopo di tutelare, assistere e rappresentare le persone non vedenti ed ipovedenti.

L’obiettivo del progetto consiste nella la definizione di una metodologia per l’analisi dei requisiti imposti dalle disabilità, e la scelta e la verifica di quelli strumenti informatici che meglio li soddisfano, a partire da metodi di progetto e sviluppo di successo nel campo della Computer Science (metodologie di tipo “agile”, strutturazione a livelli).

Il progetto utilizza le competenze informatiche di Sloweb, la capacità di condurre indagini su base relazionale de Il Nodo Group su campioni di persone affette da disabilità selezionate e dotate strumenti di ausilio determinati da APRI Onlus.

La sfida progettuale sarà vinta proprio dall’innovativo incrocio di competenze così diverse, un innovativo esempio di ibridazione delle competenze. Al momento il progetto ha concluso la prima delle sue tre più importanti fasi: quella relativa alla definizione della metodologica. Seguiranno le altre due, quella della determinazione dei bisogni e degli ausili, e quella finale relativa all’accertamento di quanto le caratteristiche degli ausili definitivi rispondano ai bisogni. Per quanto applicata in questo primo progetto agli ipovedenti, la metodologia è definita in modo da poter essere adottata nella generalità dei casi di invalidità.

Per maggiori informazioni scrivere una mail a info@sloweb.org

 

  • Associazione Sloweb
  • Sede legale:
  • Piazza C.L.N., 254 – 10121 Torino
  • Sede operativa c/o Escamotages
  • via Sacchi 28 bis – 10128 Torino
  • Tel. 011-19916610
  • info@sloweb.org
  • C.F. 97823610015

Scrivici


Ho letto l'informativa privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per consentire a Sloweb di evadere la mia richiesta

Vuoi unirti a noi?