• Italiano
  • English

Netiquette, questa sconosciuta

di Giulia Balbo

I termini etichetta e galateo sanno un po’ di anni ‘90, e aggiungerci un riferimento alla rete, al network, da qui Netiquette, non svecchia granchè. Eppure, non c’è niente di più moderno e necessario. Già, perché dietro a quel nome un po’ retrò, si celano pratiche di utilizzo del web per un uso corretto, nel rispetto degli altri e delle norme di educazione civile, che con il diffondersi delle tecnologie digitali sono sempre più indispensabili.

La netiquette non è altro che un insieme di regole informali di buon comportamento online per una comunicazione chiara, efficace e non invasiva, o fastidiosa per gli altri. Il concetto non fa tanto riferimento all’uso di internet per la ricerca di informazioni, ma piuttosto all’uso che se ne fa mettendosi in relazione con altri. Infatti, la netiquette è nata con lo svilupparsi dei primi forum e chat già negli anni ‘80 e si è aggiornata di pari passo con l’evolversi delle tecnologie. Se una volta si applicava principalmente ad email e gruppi di discussione, adesso include anche principi validissimi per i social network e whatsapp.

Il rispetto della netiquette non è imposto per legge, ma il mancato attenersi alle sue pratiche non è visto di buon occhio all’interno della rete, e può portare all’esclusione del soggetto in causa – oltre che a renderlo antipatico, spesso sia online, sia offline.

In linea generale la netiquette prevede che nelle comunicazioni online si scriva correttamente, facendo attenzione a punteggiatura e ortografia, non si abusi dei caratteri maiuscoli, che online sono sinonimo di concetti urlati, e non si usino toni aspri e di rimprovero verso chi commette errori. In caso di ambiguità di un concetto, è bene usare le emoticon per chiarire il tono della frase.

Ma vediamo anche alcune indicazioni per strumenti specifici:

Netiquette email

  • Indicare sempre l’oggetto di una email – aiuta i destinatari a capire e catalogare il messaggio (ogni giorno riceviamo tantissime email, non si può pretendere che tutti siano sulla nostra stessa linea d’onda e sappiano di cosa gli stiamo parlando).
  • Anche se un’email non richiede necessariamente una risposta diretta, è cortesia segnalare di aver ricevuto il messaggio.
  • Non diffondere spam, pubblicità o catene di sant’Antonio. Non tutti hanno i nostri stessi interessi. Inoltre, l’invio di mail consuma energia, chiedetevi se è proprio necessario.
  • Preoccuparsi di mantenere la privacy dei destinatari negli invii multipli, utilizzando correttamente la funzione CCN (se non sapete come, ve lo spieghiamo in questo articolo).
  • Sebbene il testo di una mail sia predisposto per ospitare anche grandi quantità di testo, un messaggio è solitamente più efficace se conciso. Chiedetevi sempre se state scrivendo concetti utili, o se non vi stiate dilungando troppo.
  • Rileggere sempre con attenzione prima di inviare, e se si tratta della risposta ad un messaggio, verificare di averlo letto in maniera approfondita prima di inviare la risposta.
Inserire sempre tutte le informazioni in maniera corretta

Netiquette social networks

  • Non confondere profilo pubblico e messaggi privati. Ciò che è stato condiviso in maniera confidenziale dovrebbe rimanere tale.
  • Richiedere il consenso prima di pubblicare foto o video che ritraggono altri, e taggarli. Non tutti abbiamo lo stesso spirito di condivisione.
  • Non utilizzare la timeline di un social per portare avanti conversazioni private o per status di stretto interesse privato (vado a bere il caffè…).
  • Se si è parte di un gruppo o di una community, condividere solo contenuti rilevanti e che aggiungano valore (ad esempio, evitare pubblicità).
  • Se necessario riportare screenshot, assicurarsi di aver coperto o cancellato i dati sensibili.
  • Citare sempre la fonte quando si condivide un contenuto esterno (link, video…).
  • Non inviare a caso e in massa richieste di like o inviti. Selezionando le persone giuste, non solo ci sono più probabilità che rispondano, ma eviterete di risultare fastidiosi.
Netiquette dei social network
via MEME

Netiquette Whatsapp

  • Usare i messaggi vocali con giudizio. C’è chi li apprezza, ma per molti altri sono fastidiosi. Permettono poca interazione, e spesso è facile dilungarsi e occupare moltissimo tempo che il ricevente potrebbe non essere disposto o essere impossibilitato a concedervi.
  • Non scrivere una parola per messaggio, creando conversazioni di una pagina per dire due cose. Chi riceve potrebbe avere la suoneria accesa e creare una serie infinita di trilli non è piacevole.
  • Ancora più che su Facebook, su Whatsapp è fondamentale evitare di inviare contenuti che non c’entrano nulla con la chat in oggetto. Mandare in continuazione Buongiornissimi sulla chat della palestra o con le maestre di scuola, o condividere la propria opinione politica su gruppi in cui si parla di tutt’altro potrebbe risultare in un leggero fastidio degli altri partecipanti alla chat, in quanto non strettamente pertinenti.
  • Quando create un gruppo, fornite delle linee guida per fare in modo che i partecipanti possano contribuire in maniera costruttiva, e se abbandonate un gruppo, date sempre una spiegazione per evitare incomprensioni.

Infine, tre concetti importantissimi alla base della netiquette moderna.

Mai utilizzare insulti e toni astiosi. Scriviamo da un profilo, o da un indirizzo, ma chiediamoci sempre se ciò che possiamo dire con una tastiera lo diremmo anche di persona. Spesso lo schermo ci sembra uno scudo dietro al quale possiamo nasconderci. Non è così, siamo responsabili in prima persona anche di quello che diciamo online.

Non condividere automaticamente link, post, video ecc.. senza aver verificato che siano fondati (se serve una rispolverata, guardate il nostro archivio fake news). E, se li inviate ad altri, fornite sempre una spiegazione. Mandare quelli che vengono chiamati link nudi è irrispettoso, si chiede al ricevente attenzione incondizionata, senza fornire un contesto.

Netiquette di whatsapp
Sono in pausa pranzo? 🙂

Gli smartphone hanno portato la vita online e quella offline a contaminarsi reciprocamente. Sempre più spesso chi usa gli strumenti digitali per lavoro fa fatica a porre e imporsi dei limiti orari. Cerchiamo sempre di rispettare gli altri utilizzando gli strumenti adatti ad ogni contesto (whatsapp per gli amici e le email per lavoro, ad esempio?), e senza pretendere reperibilità 24 ore al giorno, tutti i giorni. Se inviate un messaggio di lavoro il venerdì sera, non aspettatevi una risposta prima del lunedì, anche se sapete che chi l’ha ricevuto l’ha già letto. Le tecnologie ci occupano già la mente tutto il giorno, cerchiamo di lasciare spazio ai momenti che ognuno decide di dedicare ad altro.

  • Associazione Sloweb
  • Sede legale:
  • Piazza C.L.N., 254 – 10121 Torino
  • Sede operativa c/o Escamotages
  • via Gioberti 26bis – 10128 Torino
  • Tel. 011-19916610
  • info@sloweb.org
  • C.F. 97823610015

Scrivici


    Ho letto l'informativa privacy

    Vuoi unirti a noi?

    IBAN Banca di Cherasco

    IT38N0848701000000260101691

    image/svg+xml