• Italiano
  • English

Inclusiveweb

Internet anche per le persone con disabilità

Progetto in corso di approvazione

In collaborazione con APRI, Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti e Il Nodo Group

Questo progetto comprende una serie di azioni di educazione e formazione utili a consentire l’accesso alla tecnologia informatica anche alle persone affette da disabilità.

Il progetto prende le mosse dal riconoscimento dell’importanza e dall’incidenza della tecnologia digitale e dei contenuti Internet nella vita di ogni individuo.  La vita attuale si situa in un contesto tecnologico immersivo, per cui ogni persona si relaziona con altri individui e soggetti. Ciò avviene sia in forma sincrona (chat, SMS, telefonate, videochiamate) sia in forma asincrona (mail, post che comunque richiedono una risposta molto rapida), con velocità crescenti.

La velocità, ad esempio, che può assicurarsi un trader piccolo che controlli un suo portafoglio di azioni è molto minore di quella dei broker di borsa. Anche chi abita in una zona disagiata, non raggiunta da reti WiFi veloci, non riesce a giocare al gioco tanto decantato dell’essere connessi sempre comunque ed ovunque. La vera posta in gioco è la qualità della vita. Per un disabile avere capacità di comunicare malgrado l’handicap che ne costituisce un limite fisico vuol dire mantenere contatti che altrimenti non potrebbe stabilire.

La tecnologia ci aiuta a continuare ad essere noi stessi, nel male e nel bene, e ciò è ben vero se ci vediamo come portatori di protesi, di esoscheletri, di interfacce e di connessioni praticamente intese. Si dirà che l’uomo ha sempre avuto protesi, come la bicicletta per essere veloce, l’occhiale per vedere, la lancia per colpire l’animale. Di conseguenza, l’interazione uomo-macchina, o uomo-tecnologia, è una costante.

La novità è che adesso possiamo essere consapevoli del fatto che esiste una connessione più profonda e modificatrice non tanto all’esterno ma all’interno. Poter avere accesso all’informazione in tempi diretti senza doversi spostare faticosamente o aspettare ci modifica emotivamente, biologicamente e neuronalmente.

  • Associazione Sloweb
  • Sede legale:
  • Piazza C.L.N., 254 – 10121 Torino
  • Sede operativa c/o Escamotages
  • via Sacchi 28 bis – 10128 Torino
  • Tel. 011-19916610
  • info@sloweb.org
  • C.F. 97823610015

Scrivici


Ho letto l'informativa privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per consentire a Sloweb di evadere la mia richiesta

Vuoi unirti a noi?