• Italiano
  • English

Frammenti d’innovazione

Idee ed esperienze sulla didattica a distanza per una scuola dell’inclusione

Quando si dice fare di necessità virtù ✌️

…oppure, when life gives you lemon, mix it with gin 🍋🍸😆

Cerchiamo di tirare fuori del positivo da questa situazione problematica. La didattica a distanza non deve, e non può, essere la soluzione definitiva, ma può portare utili spunti a rendere l’educazione più inclusiva.

Condividiamo volentieri questa iniziativa di ISMEL:

Frammenti d’innovazione
Idee ed esperienze sulla didattica a distanza per una scuola dell’inclusione
 A cura di Gian Carlo Cerruti (coordinatore), Domenico Chiesa, Nunzia Del Vento, Rocco De Paolis, Francesca La Torre, Mirella Pezzin, Benedetto Spagnuolo

Le scuole sono chiuse da molti mesi ed è assai probabile che l’avvio del prossimo anno scolastico avvenga in condizioni molto problematiche. L’attuale didattica a distanza è stata ed è tuttora una risposta emergenziale per cercare di limitare i danni di una lunga chiusura. Non può essere pensata come un sostituto funzionale della scuola in presenza. Tuttavia, è un’attività percorsa da iniziative originali e di grande valore, nate con l’intento di mantenere viva la relazione educativa d’insegnamento/apprendimento e contrastare i fenomeni di esclusione dai processi di istruzione che colpiscono duramente le fasce più deboli degli studenti.

In questa situazione ISMEL ha ritenuto utile promuovere occasioni di incontro tra insegnanti, genitori e studenti delle scuole impegnati a riflettere su come creare una comunità educante e di apprendimento nelle circostanze date e come avviare forme di didattica inclusiva.

Si tratta di un progetto aperto alla collaborazione di quanti stanno operando nella scuola: chi volesse partecipare o singolarmente o in gruppo con altri colleghi è il benvenuto e può mettersi in contatto con segreteria@ismel.it.

Il progetto fa parte delle attività preparatorie alla Settimana del Lavoro 2020. Formazione: costruire il futuro, prevista per il 19-23 ottobre 2020.
 
Scopri di più

Privacy o salute pubblica?

Articoli sempre aggiornati 🙂

L’Associazione Sloweb ha tra i principi ispiratori quello di “riconoscere le enormi opportunità ed il potenziale delle tecnologie digitali”, ma d’altro canto promuove la presa di consapevolezza, a tutti i livelli, sui rischi tecnici, fisici e psichici che esse presentano per l’essere umano, e “la lotta agli usi impropri da parte di organizzazioni di ogni natura”.

La drammatica situazione che il mondo sta vivendo in questo momento pone problemi che gli Stati cercando di affrontare e risolvere anche con l’utilizzo delle informazioni personali e della tecnologia, mettendo in atto soluzioni con cui monitorare gli individui e contenere i rischi di contagio.

È indispensabile evitare che la naturale tensione dell’umanità a sopravvivere a qualunque costo ci ponga, una volta conclusa l’emergenza, in una condizione in cui le persone sono potenzialmente più sicure avendo rinunciato definitivamente e irreversibilmente ad alcuni loro diritti, come quello alla riservatezza e al controllo sulle informazioni che le riguardano (che è, in ultima analisi, il “diritto ad essere imperfetti”, a “non allinearsi”, a “lottare”).

L’obiettivo comune dovrebbe essere garantire pace, salute e sicurezza nel quadro del rispetto dei diritti inalienabili delle persone, tra cui è fondamentale anche quello di non essere scrutinati e giudicati, in maniera diretta o mediata, dalle elaborazioni di un sistema informatico, fornito dal primo che passa o dal più forte.

Oggi più che mai le tecnologie devono essere poste al servizio dell’uomo, con un accorto bilanciamento tra esigenze di breve e lungo termine, locali e globali.

I popoli e i governi devono comprendere che l’umanità non si trova di fronte alla scelta, manichea (‘o bianco o nero’), tra sicurezza e libertà; ciò, peraltro, tenendo a mente che queste due esigenze fondamentali sono sempre state e restano tra loro strutturalmente e culturalmente in conflitto, e che la salvaguardia di entrambe richiede un certo grado di rinuncia, consapevole e sostenibile, a ciascuna delle due.

L’Associazione Sloweb, insieme ai propri iscritti, vuole fornire a chiunque voglia approfondire l’argomento una selezione di articoli per consentire a tutti di formarsi un proprio convincimento, al riparo da slogan e facili rigurgiti di tecnocrazia.

Merita menzione speciale il pezzo di Yuval Noah Harari sul Financial Times, 20/03/2020 –  “The world after coronavirus”, a questo link la traduzione in italiano su Internazionale, il 06/04/2020.

Di seguito altre fonti, in ordine cronologico di pubblicazione (a partire dalla più recente):

Garante per la protezione dei dati personaliPagina informativa “Coronavirus e protezione dei dati: documenti e approfondimenti”, in costante aggiornamento

The Guardian, 13/05/2020 – Naomi Klein: How big tech plans to profit from the pandemic

Cybersecurity 360, 08/05/2020 – App di contact tracing e vulnerabilità dei sistemi decentralizzati: modalità di mitigazione

Valigia Blu, 07/05/2020 – A che punto siamo con la App di contact tracing digitale

Key4biz, 24/04/2020 – Il contact tracing oltre la privacy. Il tema delle prove di efficacia e della volontà di cercarle

Valigia Blu, 24/04/2020: App per il tracciamento digitale: in democrazia discutere di privacy e diritti è doveroso e necessario

European Data Protection Board, 23/04/2020: Linee-guida 04/2020 del Comitato Europeo per la Protezione dei Dati sull’uso dei dati di localizzazione e degli strumenti per il tracciamento dei contatti nel contesto dell’emergenza legata al COVID-19 (versione italiana delle Guidelines 04/2020 on the use of location data and contact tracing tools in the context of the COVID-19 outbreak)

Ministero dell’Innovazione, 21/04/2020 – Un aggiornamento sull’applicazione di contact tracing digitale per l’emergenza coronavirus

VIDEO di Matteo Flora con Stefano Zanero, 21/04/2020 – Guida Completa ai problemi di Privacy e Sicurezza della App di Contact Tracing

Nexa Center For Internet & Society del Politecnico di Torino, 20/04/2020 – Tracciamento dei contatti e democrazia: lettera aperta ai decisori

Guerre di Rete (newsletter della giornalista Carola Frediani), 19/04/2020 – Contact tracing: scontri e domande

Luciano Floridi, docente di Filosofia e Etica dell’Informazione all’Università di Oxford, 18/04/2020 – Mind the app – considerations on the ethical risks of COVID-19 apps

Information Commissioner’s Office, 17/04/2020 – Blog: Combatting COVID-19 through data: some considerations for privacy

Commissione UE, 16/04/2020 – Coronavirus: approccio dell’UE per applicazioni di tracciamento dei contatti efficienti a sostegno della revoca graduale delle misure di confinamento

Commissione UE, 15/04/2020 – Orientamenti sulle app a sostegno della lotta alla pandemia di covid-19 relativamente alla protezione dei dati – ripreso dal sito della Camera dei Deputati

Guerre di Rete, 12/04/2020 – Contact tracing: a che punto siamo

Garante per la protezione dei dati personali , 08/04/2020 –Audizione informale, in videoconferenza, del Presidente del Garante per la protezione dei dati personali sull’uso delle nuove tecnologie e della rete per contrastare l’emergenza epidemiologica da Coronavirus

Commissione Europea, 08/04/2020 – Recommendation on apps for contact tracing (pdf)

Interris, 02/04/2020 – “Sì alla tecnologia per monitorare l’espansione del contagio ma con norme trasparenti”

Medium, 02/04/2020 – “È falsa la dicotomia tra diritto alla privacy e salute pubblica”

Agenda Digitale, 30/03/2020 – Consiglio d’Europa su privacy ai tempi del coronavirus: i principi da rispettare

Sidi Blog, 30/03/2020 – La tempesta perfetta COVID-19, deroghe alla protezione dei dati personali ed esigenze di sorveglianza di massa

Agenda Digitale, 29/03/2020 – Soro: “Tracciamento contagi coronavirus, ecco i criteri da seguire”

Mashable Italia, 27/03/2020 – Salute o privacy? Ecco cosa dovrebbe considerare l’app di tracciamento per il Coronavirus

Anorc, 26/03/2020 – Coronavirus: i giuristi chiedono trasparenza in una lettera aperta alle Istituzioni

Privacy Italia, 26/03/2020 – Soro: “Sì al tracciamento dei contatti ma con un decreto temporaneo”

Corriere, 25/03/2020 – Coronavirus, i nostri dati solo per salvarci. E poi per uscire dalla crisi

Lega Nerd, 25/03/2020 – Contact Tracing: il prezzo per sconfiggere il coronavirus sarà la nostra privacy? Probabilmente la risposta è sì, ma per nostra fortuna esistono diversi modelli da cui prendere ispirazione, e non tutti egualmente invasivi o illiberali

Valigia Blu, 25/03/2020 –Proteggere le nostre libertà civili durante una emergenza di salute pubblica

Agenda Digitale, 24/03/2020 – Coronavirus e sorveglianza via app: i passi necessari per evitare derive pericolose

Agenda Digitale, 24/03/2020 – Covid-19, tra diritto alla salute e tutela della privacy: la scelta che l’Italia deve fare

Il Sole 24 Ore, 24/03/2020 – Come cambierà la nostra società democratica nell’era COVID-19: evitare i modelli asiatici di geolocalizzazione dei “cellulari” per proteggere i nostri dati personali

Lawfare, 24/03/2020 – Security, Privacy and the Coronavirus: Lessons From 9/11

Agenda Digitale, 23/03/2020 – Monitorare gli smartphone: si può fare, ma con garanzie dei nostri diritti

Il Sole 24 Ore, 22/03/2020 – Coronavirus, tracciare gli spostamenti? Sì ma in maniera anonima

NBC News, 19/03/2020 – COVID-19 tracking data and surveillance risks are more dangerous than their rewards

Valigia Blu, 19/03/2020 – Coronavirus: l’uso della tecnologia, il modello coreano e la tutela dei dati personali

MIT Technology Review, 17/03/2020 – A new app would say if you’ve crossed paths with someone who is infected

MIT Technology Review, 17/03/2020 – We’re not going back to normal

Business Insider, 13/03/2020 – Il governo potrebbe usare app per tracciare i contagiati. Ma mancano tutele normative sia durante che dopo l’emergenza

Jama Network, 03/03/2020 – Response to COVID-19 in Taiwan – Big Data Analytics, New Technology, and Proactive Testing

Uscito il libro di Michel Noussan, socio Sloweb – The Future of Transport Between Digitalization and Decarbonization

I sistemi energetici stanno rapidamente passando alla decarbonizzazione, in parte grazie a tecnologie digitali innovative e alle mutevoli esigenze di mobilità. Questo libro, in open access, esamina la trasformazione della decarbonizzazione e della digitalizzazione nel settore dei trasporti ponendo particolare attenzione al consumo di energia.

Il libro è pubblicato da Springer edizioni, ed è disponibile a questo link:

https://bit.ly/2ytBpPs

Gli autori:

Michel Noussan, socio Sloweb, è Ricercatore Senior al Future Energy Program della Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM).

Manfred Hafner è Professore di economia e geopolitica dell’energia presso la Johns Hopkins University School of Advanced International Studies (SAIS) di Bologna.

Simone Tagliapietra è Ricercatore Senior presso la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM).

Un aggiornamento sull’applicazione di contact tracing digitale per l’emergenza coronavirus

Aggiornamenti importanti sullìapp di contact tracing:

“Il codice sorgente del sistema di contact tracing sarà rilasciato con licenza Open Source MPL 2.0 e quindi come software libero e aperto” ✌️

https://bit.ly/2RZYU9c

Eredità digitale: Pietro Jarre su Il Sole 24 Ore

Nei periodi difficili, tenere insieme i pezzi è ancora più importante.

Se poi si tratta di dati digitali, dei quali non possiamo vedere l’enorme pila di ciò che si accumula, rischiamo anche di perderci le cose importanti.

Ce ne parla Pietro Jarre, fondatore di eLegacy, in questo articolo su Il Sole 24 ORE

https://bit.ly/3eDptuR

Sloweb, con Pietro Jarre, su La Voce e il Tempo

Questa settimana è uscito su La Voce e il Tempo un articolo di Pietro Jarre in cui si parla di Sloweb e uso del digitale in tempi di quarantena.

In questo periodo di intensa connessione, quanto siamo consapevoli?

Potete scaricare la vostra copia gratuita a questo link: https://bit.ly/3aqs7R4

Apple and Google are launching a joint Covid 19 tracing tool for iOS and Android

Da Tech Crunch del 10 aprile 2020

di Matthew Panzarino

Segnaliamo una cooperazione di Google e Apple per la realizzazione di un sistema di tracciamento di positivi Covid-19. Fondamentale all’interno di una strategia di fase 2. Funziona così:

1. a due tizi capita di stare insieme per una decina di minuti. I due telefoni si scambiano via bluetooth identificatori anonimi. Questi identificatori cambiano ogni 15 minuti per assicurare il massimo anonimato
2. successivamente, uno dei due tizi viene trovato positivo al COVID-19. Tramite una app disponibile sul telefono segnala VOLONTARIAMENTE il suo stato al sistema sanitario nazionale e CONSENTE alla trasmissione degli identificatori anonimi delle persone con cui è stato in contatto negli ultimi 14 giorni
3. tramite una app le persone corrispondenti agli identificatori sono avvertite del loro stato di possibile contagio e vengono guidate nei passi da intraprendere

https://tcrn.ch/2zajldb

  • Associazione Sloweb
  • Sede legale:
  • Piazza C.L.N., 254 – 10121 Torino
  • Sede operativa c/o Escamotages
  • via Gioberti 26bis – 10128 Torino
  • Tel. 011-19916610
  • info@sloweb.org
  • C.F. 97823610015

Scrivici


Ho letto l'informativa privacy

Vuoi unirti a noi?

Iban presso banca di Cherasco

IT38N0848701000 000260 101691